http://www.fides.org

Speciale

2005-04-11

Giovanni Paolo II firmò l’Esortazione apostolica durante il suo 11° viaggio in Africa

Città del Vaticano (Agenzia Fides) - Il 14 settembre 1995 il Santo Padre Giovanni Paolo II lasciò Roma per il suo 67° viaggio internazionale, che lo avrebbe portato per l’undicesima volta in Africa, toccando tre Stati: Camerun, Sudafrica e Kenya. L’occasione era la fase celebrativa dell’Assemblea speciale del Sinodo dei Vescovi dedicata all’Africa e al Madagascar, svoltasi in Vaticano dal 10 aprile all’8 maggio 1994. In occasione di tale viaggio venne resa pubblica l’Esortazione apostolica post-sinodale “Ecclesia in Africa”. Per la prima volta un documento ufficiale veniva firmato dal Santo Padre fuori dalla Città del Vaticano e da Roma.
Nel pomeriggio di giovedì 14 settembre 1995 Giovanni Paolo II arrivò a Yaoundé, capitale del Camerun, che il Papa aveva già visitato nel 1985. La mattina del 15 settembre il Papa presiedette la concelebrazione eucaristica all’aeroporto militare e quindi, nel pomeriggio, la Sessione sinodale dell’Assemblea speciale per l’Africa del Sinodo dei Vescovi, nella Cattedrale di Nostra Signora delle Vittorie.
Sabato 16 settembre, dopo il congedo dal Camerun, il Santo Padre partì alla volta di Johannesburg: per la prima volta il Sudafrica accoglieva il Pontefice. Domenica 17 settembre il Papa presiedette la concelebrazione eucaristica all’ippodromo di Germiston (Johannesburg) e nel pomeriggio, nella Cattedrale di Cristo Re, la Sessione sinodale.
Lunedì 18, lasciato il Sudafrica, Giovanni Paolo II raggiunse l’ultima tappa del suo viaggio apostolico: Nairobi. Era la terza visita di Giovanni Paolo II in Kenya, dopo il 1980 e il 1985. Martedì 19 settembre il Papa presiedette al mattino la concelebrazione eucaristica nell’Uhuru Park e quindi, nel pomeriggio, la Sessione sinodale nel Santuario del Resurrection garden di Nairobi. Il Papa rientrò a Roma nel pomeriggio del 20 settembre 1995. (S.L.) (Agenzia Fides 11/4/2005)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network