AMERICA/CILE - “La questione Mapuche è un problema politico” dice Mons. Chomali dopo le chiese incendiate

lunedì, 18 aprile 2016 vescovi   indigeni   aree di crisi   politica  
Sua Ecc. Mons. Fernando Chomali

Sua Ecc. Mons. Fernando Chomali

Concepcion (Agenzia Fides) – L'Arcivescovo di Concepcion, Sua Ecc. Mons. Fernando Chomali, che ha lavorato per diversi anni con il popolo Mapuche, interpellato dalla stampa locale dopo gli incendi alle chiese verificatisi negli ultimi tempi (vedi Fides 13/04/2016) rivendicati da sedicenti difensori della causa Mapuche, ritiene che il governo, la polizia, i pubblici ministeri e i giudici "sono molto informati sugli eventi specifici che stanno accadendo, ma mancano di riconoscere che questo è un problema politico, che richiede una definizione dello Stato sul trattamento del popolo mapuche".
Mons. Chomali osserva che "la mancanza del posto di lavoro, la scarsa istruzione e i problemi irrisolti della proprietà dei terreni" sono le difficoltà di fondo. "C'è un malessere generale nella zona per la precaria situazione dei suoi abitanti" sottolinea l’Arcivescovo, ribadendo che "ricostruire la fiducia, la giustizia per il popolo Mapuche e la pace, è una questione per la quale ci vorrà tempo e richiede politiche statali chiare e visibili al più presto possibile".
(CE) (Agenzia Fides, 18/04/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network