AMERICA/BRASILE - Assemblea dei Vescovi: senza l’aiuto dei laici non ci può essere una “Chiesa in uscita”

giovedì, 7 aprile 2016 conferenze episcopali   laici  

CNBB

Aparecida (Agenzia Fides) – “Ci auguriamo vivamente che questa assemblea ci aiuti a sostenere e a valorizzare la missione dei laici. Non ci può essere una Chiesa in uscita senza l'aiuto dei laici, e una società giusta e fraterna se i laici non sono sale e luce”. E’ l’auspicio espresso dall’Arcivescovo di Brasilia e Presidente della Conferenza Episcopale Brasiliana (CNBB), Sua Ecc. Mons. Sergio da Rocha, all’apertura dei lavori della 54 Assemblea Ordinaria della CNBB, che si svolge dal 6 al 15 aprile ad Aparecida sul tema “Laici e laiche cristiane nella Chiesa e nella società. Sale della terra e luce del mondo”.
Secondo le informazioni pervenute a Fides, il Presidente della CNBB ha sottolineato che la riunione dell’Episcopato brasiliano non intende proporre soluzioni tecniche o dare risposte di carattere politico, in quanto "fedele alla sua missione, la Chiesa vuole offrire la gioia del Vangelo, i criteri etici che devono sempre orientare i nostri lavori". Il Card. Raymundo Damasceno Assis, Arcivescovo di Aparecida, illustrando il tema dell’Assemblea, ha messo in risalto la necessità di “aprire spazi ai laici nella Chiesa e favorire la loro formazione e partecipazione nel contesto proprio del laicato, che sono le realtà temporali”.
Conversando con i giornalisti, l’Arcivescovo di Mariana, Sua Ecc. Mons. Geraldo Lyrio Rocha ha sottolineato che l'Assemblea dei Vescovi presenta elementi di “grande interesse” soprattutto in questo momento così delicato, per la situazione sociale, economica e politica che attraversa il Paese. Quindi ha commentato: "Come Pastori, abbiamo molto da dire alla società, abbiamo una missione ben precisa all'interno della Chiesa, però, non possiamo dimenticare che se è importante la presenza dei laici nella vita della Chiesa, importantissima è la loro presenza e la loro azione nella società. E nella situazione in cui stiamo vivendo, sono i laici e le laiche che sicuramente porteranno un contributo specifico dei cristiani al nostro Paese".(SL) (Agenzia Fides 07/04/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network