ASIA/FILIPPINE - I Vescovi: “Votare politici con una visione del bene comune e dediti al servizio”

martedì, 5 aprile 2016 politica   corruzione   povertà  

cbcp

Manila (Agenzia Fides) – Scegliere leader politici animati da una “visione” alta del bene comune e dediti al servizio della cittadinanza: è l’esortazione che, a un mese dalle elezioni politiche nelle Filippine, che sceglieranno anche il nuovo Presidente, i Vescovi filippini propongono ai fedeli. In un documento firmato dall’Arcivescovo Socrates Villegas, presidente della Conferenza Episcopale, i Pastori tracciano “dieci comandamenti per gli elettori”.
Invitano in primis a “non votare per un ateo o per qualcuno che prende in giro il nome di Dio” e a non votare per i candidati abituati a fare promesse vuote, poi non mantenute.
Terzo punto: “le autorità pubbliche dovrebbero garantire ai cittadini un tempo destinato al riposo e al culto divino”, mentre come quarta indicazione, si ricorda che i politici hanno il compito di promuovere politiche in favore della famiglia. Per corrispondere al comandamento “non uccidere” il testo afferma che “un elettore cattolico non può votare candidati che si oppongono alla sacralità della vita umana, dal concepimento alla morte naturale”.
Anche sul sesto punto, la Chiesa ricorda l’impegno a “promuovere la visione cristiana della sessualità e del matrimonio, con la dignità e l’autentica libertà di vita, veramente fruttuosa”. “Il problema della popolazione non è una questione di numeri, ma la cura delle persone, e il miglioramento della qualità della vita umana” ricorda il messaggio.
Sul settimo consiglio, “non rubare”, i Vescovi ricordano di guardare a candidati non coinvolti in malaffare e corruzione, o appropriazione indebita di denaro pubblico, mentre anche sulla “falsa testimonianza” si invita a diffidare delle “menzogne della propaganda da parte dei candidati che ingannano intenzionalmente” per “guadagnare il favore degli elettori”. Infine il testo ricorda l’impegno necessario per il rispetto della donna e della dignità umana e per liberare i cittadini dalla morsa della povertà. (PA) (Agenzia Fides 5/4/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network