ASIA/INDIA - Veglia di preghiera per il rilascio del Salesiano rapito in Yemen

mercoledì, 23 marzo 2016 persecuzioni   chiese locali   minoranze religiose   violenza  

Arcidiocesi di Goa

Goa (Agenzia Fides) – Esprimendo dolore e lutto per la strage delle quattro Missionarie della Carità in Yemen, l’Arcivescovo di Goa e Daman, Sua Ecc. Mons. Filipe Neri Ferrao, ha invocato la liberazione del prete Salesiano p. Tom Uzhunnalil, rapito in Yemen nella stessa occasione. Presiedendo una veglia di preghiera, l’Arcivescovo ha ricordato che “i Salesiani di Don Bosco hanno compiuto 25 anni della loro presenza e di servizio in Yemen nel 2012”, pregando “che la pace torni a regnare in Medio Oriente e del Nord Africa dilaniata dalla guerra, da dove milioni di profughi stanno fuggendo, rischiando la vita, per raggiungere la libertà sulle coste dell'Europa”.
“Preghiamo ardentemente che il buon senso prevalga e la pace venga ripristinata in quella regione”, ha detto l’Arcivescovo. “Nella più santa delle settimane, mentre contempliamo la Passione e morte di Gesù Cristo – ha ricordato – in Medio Oriente e in altre parti del mondo tanti innocenti vengono ancora una volta condannati. La giustizia è calpestata e uomini e donne sono uccisi per la loro fede. Affidiamo la loro vita a Cristo Gesù”.
Nella giornata del Giovedì Santo, il Rettore Maggiore dei Salesiani, don Angel Fernandez Artime ha inviato un appello all’intera Famiglia Salesiana, invitando a pregare per la pace per p.Tom Uzhunnalil (vedi Fides 22/3/2016). (PA) (Agenzia Fides 23/3/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network