ASIA/COREA DEL SUD - Il Card. Yeom: “La Pasqua doni benedizione, luce e pace alla Corea”

mercoledì, 23 marzo 2016 chiese locali   pace   politica  

Arcidiocesi di Seul

Seul (agenzia Fides) – “La luce del Signore risorto risplenda su tutti voi. Preghiamo per i nostri fratelli e sorelle in Corea del nord: possano essere abbondanti le benedizioni su di loro. Preghiamo per la pace nella penisola coreana e per la pace nel mondo. Preghiamo perchè Dio doni saggezza per risolvere la questione delle armi nucleari nella Corea del nord. Che Dio ci guidi nelle vie della pace”: è l’auspicio espresso da Cardinale Andrew Yeom Soo-jung, Arcivescovo di Seul, nel suo messaggio pasquale. Il tema del messaggio, inviato all’Agenzia Fides, è tratto dal Vangelo di Giovanni: “Per mezzo di lui era la vita e la vita era la luce dell’umanità” (Gv 1, 4).
“Gesù è diventato la luce del mondo che illumina i nostri peccati e le tenebre. L'annuncio della Chiesa è che Cristo è la luce del mondo che nessuna tenebra può vincere” rimarca il testo. “Dopo la Risurrezione, Gesù apparve ai discepoli e ha inviato loro il messaggio di pace”, “ha aperto i loro cuori chiusi, ha dato loro coraggio e ha mostrato loro la via della vita”.
“La nostra società oggi è piena di tenebre. La gente vive nella paura, sotto l'incubo della guerra, del terrorismo e di gravi problemi economici. Viviamo in un tempo in cui è urgente il bisogno di pace. Noi fedeli che abbiamo ricevuto la luce della risurrezione, siamo chiamati a portare la luce dell’amore e della speranza nel mondo”.
IL Cardinale fa riferimento anche alle elezioni legislative per l’Assemblea Nazionale della Corea, che avrà luogo prima del tempo, ricordando che “il potere è servizio” e che con il voto si eleggono “quanti si dedicheranno al futuro e al benessere del nostro paese”. “Prego che tutti noi esercitiamo il nostro sacro diritto come cittadini della Corea” aggiunge, che “ha urgente bisogno della luce di Cristo”.
Il testo , infine, tocca il tema della misericordia, ricordando l’espressione centrale del Giubileo: “Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso”, definendo la misericordia come frutto di una vita illuminata e permeata dalla grazie della Risurrezione. (PA) (Agenzia Fides 23/3/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network