AMERICA/VENEZUELA - “Il governo deve proteggere i cittadini e le loro proprietà” chiede il Card. Urosa

lunedì, 21 marzo 2016 politica   vescovi   fame   aree di crisi  
Cardinale Urosa Savino

Cardinale Urosa Savino

Caracas (Agenzia Fides) – "Quello che è successo a Tumeremo è molto grave. E' importante che il governo faccia il suo dovere per proteggere la sicurezza e le proprietà dei venezuelani" ha detto l'Arcivescovo di Caracas, il Card. Jorge Urosa Savino durante un programma televisivo trasmesso ieri, Domenica delle Palme. Il Cardinale ha fatto notare che ci sono molti altri posti in Venezuela come Tumeremo, che sono "dominati dai criminali": "quello che è successo a Tumeremo evidenzia una specie d'abbandono da parte del Governo della sicurezza cittadina".
La comunità nazionale è ancora scioccata dal caso: 28 minatori non hanno voluto cedere alle minacce dei gruppi criminali e sono scomparsi. Alcuni media locali hanno ipotizzato che siano stati trucidati, altri bruciati o comunque assassinati (vedi Fides 11/03/2016).
Il Card. Urosa ha parlato della situazione che attraversa il paese, in quanto "il governo ha imposto un modello economico marxista-comunista che ha rovinato la vita in campagna, quindi, non c'è più produzione agricola". "Non possiamo continuare così – ha sottolineato l’Arcivescovo di Caracas -. Con la carenza di cibo, il razionamento dell’energia elettrica, tra gli altri problemi… Il governo deve capire che non può continuare così. Ci deve essere un buon dialogo per risolvere questa situazione e il paese riesca così ad andare avanti".
Per concludere, il Cardinale ha voluto ricordare che "la Settimana Santa dovrebbe essere un momento di riflessione su ciò che stiamo vivendo nel paese", aggiungendo che "uno dei problemi che ha il mondo moderno è la dimenticanza di Dio."
(CE) (Agenzia Fides, 21/03/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network