AMERICA/PANAMA - “No al lavoro minorile, sì a bambini e bambine rispettati e protetti”

giovedì, 10 marzo 2016 minori  

JAIME LUCAR

Boquete (Agenzia Fides) – Un gruppo di artisti panamensi si esibirà in occasione della “Notte Bianca per l’Infanzia” nel corso della tradizionale Grande Notte di Gala, principale evento di raccolta fondi per Casa Esperanza. La raccolta è destinata a sostenere ed ampliare i programmi che Casa Esperanza porta avanti a beneficio dei bambini lavoratori e a rischio sociale a Panamá. “Nonostante il grande lavoro fatto per combattere il lavoro minorile, attraverso programmi di salute e istruzione, e i notevoli progressi raggiunti, ci sono circa 26 mila bambini e bambine lavoratori, in particolare nelle regioni indigene” spiega la direttrice esecutiva della Casa in una nota inviata all’Agenzia Fides. Casa Esperanza è nata come ong nel 1992 grazie ad un gruppo di amici che avevano l’obiettivo di eradicare il lavoro minorile. I membri della ong si recano nelle case per spiegare ai lavoratori delle famiglie di questi luoghi che bambini, bambine e adolescenti non devono lavorare. “No al lavoro minorile, si a bambini e bambine rispettati e protetti” è il motto di Casa Esperanza.
(AP) (10/3/2016 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network