AMERICA/CILE - Incendiata una chiesa e una casa di ritiri nella regione di La Araucanía

mercoledì, 9 marzo 2016 istituti missionari   violenza   chiese locali  
Chiesa bruciata Vilcun, Cile

Chiesa bruciata Vilcun, Cile

Temuco (Agenzia Fides) – Uomini mascherati hanno appiccato le fiamme all’alba di ieri, 8 marzo, ad un santuario e ad una casa usata per vacanze e ritiri spirituali, sulla strada che collega Vilcun e Cajon, nella regione di La Araucania, diocesi di Temuco, in Cile. I malviventi hanno sparato un colpo in aria per avvisare il custode dei locali, e dopo che questi è fuggito, hanno iniziato l'attacco. Fortunatamente la casa di ritiri al momento era vuota. Sul posto è stata trovata una scritta che richiama la rivendicazione territoriale mapuche, con i nomi dei leaders mapuche uccisi nel conflitto tra lo stato cileno e il popolo mapuche, ma non si riesce a collegare in nessun modo questi fatti.
Il parroco della vicina parrocchia di San Sebastian, nel cui territorio si trova il santuario, ha espresso il suo profondo dolore per l'accaduto. "Hanno incendiato qualcosa che è importante per noi, è importante per celebrare la nostra fede, è un santuario visitato da molte persone" ha detto nella nota pervenuta a Fides. Il santuario è affidato ai Frati minori Cappuccini, e non ai gesuiti come qualche agenzia ha riferito in un primo momento.
Sul luogo sono arrivati cinque gruppi di vigili del fuoco, ma non sono riusciti ad evitare che bruciasse tutto l'immobile. La polizia sta indagando per trovare i responsabili. Nella regione di La Araucania si sono già verificati in passato altri eventi criminali simili: è stata data alle fiamme una casa (vedi Fides 7/01/2013) e dei locali collegati alla Caritas Araucania (vedi Fides 25/07/2012).
(CE) (Agenzia Fides, 09/03/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network