AMERICA/COLOMBIA - Lettera al Presidente dei 3 Vescovi del Chocó per chiedere una assistenza sanitaria adeguata

mercoledì, 24 febbraio 2016 politica   sanità   vescovi   chiese locali   povertà  
Ospedale Choco

laotracara.co

Ospedale Choco

Quibdo (Agenzia Fides) – Le 3 diocesi colombiane di Quibdo, Istmina-Tado e Apartado e 68 organizzazioni sociali del dipartimento di Chocó, hanno inviato una lettera al Presidente della repubblica, Juan Manuel Santos, per lamentare la carenza di medici specialisti e di medicina generale, perfino il servizio sanitario pubblico locale è scadente.
Il Vescovo di Quibdo, Sua Ecc. Mons. Juan Carlos Barreto, ha domandato come mai una provincia con 500.000 abitanti non abbia un ospedale di terzo livello mentre l'unico che c'è, di secondo livello, è in cattive condizioni. "Per avere cure specialistiche si deve andare in altre province nel paese. L'ospedale di Quibdo, che è di secondo livello, è in cattive condizioni. Non abbiamo servizi specialistici" ha sottolineato il Vescovo in una nota inviata a Fides. Secondo Mons. Barreto, la mancanza di acqua e di fognature nel Chocó rende vulnerabili gli abitanti della zona, che hanno sempre più malattie, e sono alti i tassi di mortalità infantile.
La lettera al Presidente Juan Manuel Santos è stata recapitata il 12 febbraio, ma non c'è ancora risposta. Nel documento, di due pagine, se chiede anche l'intervento della Soprintendenza della Salute. (CE) (Agenzia Fides, 24/02/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network