ASIA/SIRIA - Liberati dai jihadisti altri 43 cristiani assiri della valle del Khabur

martedì, 23 febbraio 2016 aree di crisi  

Aina

Hassakè (Agenzia Fides) – I jihadisti affiliati al sedicente Stato islamico (Daesh) hanno liberato altri 43 cristiani assiri del gruppo di circa 250 persone che erano state prelevate dai villaggi cristiani della valle del fiume Khabour, nel nord-est della Siria, durante l'offensiva compiuta in quell'area dalle milizie jihadiste lo scorso 23 febbraio. Da allora, i cristiani presi in ostaggio in quell'occasione sono stati progressivamente liberati a gruppi di diversa consistenza.
All'inizio dello scorso ottobre, sui siti jihadisti era stato diffuso il video dell'esecuzione di tre cristiani assiri della valle del Khabur (vedi Fides 8/10/2015). Il filmato, girato secondo i macabri rituali scenici seguiti anche in altri casi analoghi dalla propaganda jihadista, avvertiva che le esecuzioni degli altri ostaggi sarebbero continuate fino a quando non fosse stata versata la somma richiesta come riscatto per la loro liberazione.
Secondo fonti della Chiesa assira d'Oriente, dopo la liberazione dei 43 ostaggi confermata nella giornata di lunedì 22 febbraio, non ci sarebbero più cristiani della valle del Khabur ancora nelle mani dei jihadisti, che invece tengono ancora di fatto in ostaggio quasi 180 cristiani siri e assiri della città di Qaryatayn, conquistata dal Daesh lo scorso 6 agosto. (GV) (Agenzia Fides 23/2/2016).


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network