ASIA/COREA DEL SUD - I giovani, cercatori di Dio attraverso la Bibbia

giovedì, 18 febbraio 2016 giovani  

I giovani del Movimento biblico

Seul (Agenzia Fides) - "Troviamo Dio, non adorando immagini o in belle parole, ma quando applichiamo in noi stessi gli insegnamenti che la Bibbia ci rivela": con queste parole l' Arcivescovo Osvaldo Padilla, Nunzio Apostolico in Corea, si è rivolto ai giovani cattolici coreani, celebrando la Messa di chiusura del laboratorio del "Movimento biblico giovanile”.
I giovani hanno concluso un tempo di studio e di riflessione-confronto sul libro dell'Esodo. “Rileggere l'Esodo nel Giubileo della Misericordia - ha detto l'Arcivescovo Padilla - significa prima di tutto ricordare che noi siamo i destinatari della misericordia di Dio. Siamo peccatori, ma Dio è sempre pronto a perdonarci. Quando si parla di carità, spesso intendiamo la carità verso gli altri, ma il vero significato della carità è che noi stessi siamo in primis destinatari della Carità di Dio, che ci ama. Nel riconoscere che Dio ci ama, allora possiamo amare gli altri".
Alla Messa conclusiva, celebrata nei giorni scorsi a Seul, hanno partecipato circa 450 giovani, oltre a 11 sacerdoti. L'Arcivescovo ha ricordato loro: "Papa Francesco vi guarda come il futuro della Chiesa in Corea e in Asia. Questo è il motivo per cui è venuto in Corea nel 2014, in occasione della Giornata della gioventù asiatica. Ha portato il Vangelo a tutti voi”. Il Movimento biblico giovanile è stato fondato in Corea nel 1972. (PA) (Agenzia Fides 18/2/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network