AFRICA/EGITTO - La Chiesa copta celebra i 21 “martiri di Libia” a un anno dal loro eccidio

martedì, 16 febbraio 2016 martiri  

Samalot (Agenzia Fides) – Numerosi Vescovi e sacerdoti della Chiesa copta ortodossa prendono oggi parte alla Divina Liturgia celebrata presso la chiesa di Samalot in onore dei 21 cristiani copti trucidati un anno fa in Libia da jihadisti affiliati al sedicente Stato Islamico (Daesh). La solenne liturgia rappresenta il culmine di una serie di messe e incontri di preghiera e riflessione dedicati alle figure dei “martiri di Libia”, organizzate in questi giorni nella diocesi di Samalot, nella provincia egiziana di Minya, a cui apparteneva la maggior parte di loro.
Le figure dei 21 copti martirizzati dai carnefici del Daesh vengono ricordate anche in molte altre parti del mondo. Lo scorso 10 febbraio, una loro commemorazione si è svolta presso la cappella di St. Mary Undercroft, nel Palazzo di Westminster, e ha visto la partecipazione di numerosi membri delle due Camere del Parlamento del Regno Unito.
I 21 copti egiziani erano stati rapiti in Libia all'inizio di gennaio 2015. Il video della loro decapitazione fu messo in rete dai siti jihadisti il 15 febbraio.Ad appena una settimana dal loro barbaro eccidio, il Patriarca copto ortodosso Tawadros II decise di iscrivere i 21 martiri sgozzati dal sedicente Stato islamico in Libia nel Synaxarium, il libro dei martiri della Chiesa copta, stabilendo che la loro memoria fosse celebrata proprio il 15 febbraio. (GV) (Agenzia Fides 16/2/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network