AMERICA/HAITI - Un Presidente di transizione ed elezioni il 24 aprile, una luce per Haiti

lunedì, 8 febbraio 2016 politica   aree di crisi   povertà  
Un Presidente di transizione ed elezioni il 24 aprile, una luce per Haiti

Un Presidente di transizione ed elezioni il 24 aprile, una luce per Haiti

Port au Prince (Agenzia Fides) – Un accordo in extremis, firmato dal presidente Michel Martelly, giunto alla conclusione del suo mandato, e dai presidenti del Senato e della Camera dei deputati, Jocelerme Privert e Cholzer Chancy, per la nomina di un presidente di transizione che organizzi le nuove elezioni, sembra impedire un vuoto di potere ad Haiti. L'accordo firmato il 6 febbraio prevede, secondo le informazioni locali, che l'Assemblea Nazionale scelga un presidente ad interim nei prossimi giorni che proceda quindi a preparare le elezioni per il 24 aprile.
Secondo quanto Fides aveva appreso da fonti locali (vedi Fides 04/02/2016), il rappresentante dell'opposizione, Jude Celestin, aveva rinunciato a presentarsi al ballottaggio presidenziale denunciando un "colpo di stato elettorale". Al suo gesto si sono aggiunte le dimissioni di alcuni membri del Consiglio Elettorale Provvisorio (CEP); la distruzione di alcuni seggi da parte dei manifestanti; una risoluzione del Senato che chiedeva il rinvio delle elezioni; un appello della Chiesa cattolica per il dialogo e la negoziazione; l'annuncio di grandi manifestazioni per evitare il ballottaggio.
Dinanzi a questa crisi, il presidente Martelly si era impegnato a lasciare la guida del governo, come stabilito dalla Costituzione, così il governo ha proposto quattro alternative: una nuova Costituzione, la continuità del mandato di Martelly per garantire un nuovo processo elettorale, il passaggio del controllo del paese all'Assemblea nazionale, affidare il governo alla magistratura.
(CE) (Agenzia Fides, 08/02/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network