AMERICA/REPUBBLICA DOMINICANA - “Ci lamentiamo della corruzione, ma dimentichiamo il lavoro e l'onestà” afferma Mons. De la Rosa

giovedì, 4 febbraio 2016 vescovi   violenza   gruppi armati  
L'Arcivescovo emerito dell'arcidiocesi di Santiago de los Caballeros (RD), Sua Ecc. Mons. Ramón Benito de La Rosa y Carpio

L'Arcivescovo emerito dell'arcidiocesi di Santiago de los Caballeros (RD), Sua Ecc. Mons. Ramón Benito de La Rosa y Carpio

Santo Domingo (Agenzia Fides) – L'Arcivescovo emerito dell'arcidiocesi di Santiago de los Caballeros (RD), Sua Ecc. Mons. Ramón Benito de La Rosa y Carpio, ha criticato quanti hanno acquisito ricchezze illegalmente e rapidamente, e allo stesso tempo vogliono sminuire il lavoro serio e onesto. L’Arcivescovo è intervenuto ad una trasmissione televisiva di una emittente locale per commentare la situazione che attraversa il paese.
"Tutti ci lamentiamo della corruzione, ma la gente si dimentica del lavoro e dell'onestà" ha detto Mons. De la Rosa, sottolineando che è molto triste sapere che ci sono persone le quali oggi non vogliono lavorare in modo onesto. "Il lavoro e l'onestà non sono una cosa superata, la generazione che si dimentica di questo è una generazione che non vivrà bene" ha ribadito. L’Arcivescovo ha insistito sul fatto che è molto spiacevole vedere il rovesciamento dei valori nella Repubblica Dominicana, dove molte persone vogliono ottenere ricchezza con il minimo sforzo e molto rapidamente.
Secondo dati raccolti da Fides, nella società dominicana si sta affermando un modello sociale negativo, caratterizzato da violenza e criminalità organizzata, è in un aumento anche la delinquenza nei quartieri e persino nelle scuole. I giovani preferiscono la via facile della criminalità organizzata allo studio e al lavoro onesto.
(CE) (Agenzia Fides, 04/02/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network