ASIA/CINA - Bilancio pastorale incoraggiante per le comunità cattoliche continentali

martedì, 2 febbraio 2016 chiese locali  

Faith

Shi Jia Zhuang (Agenzia Fides) – Consolidare le fede e incentivare la vita spirituale, soprattutto la vita sacramentale in questo Anno della Misericordia, promuovere l’evangelizzazione con la testimonianza di vita, rinnovare il consiglio parrocchiale, favorire gli scambi con le altre comunità, tenere sempre aperta la porta della chiesa e soprattutto il cuore dei fedeli verso tutti: sono alcuni aspetti evidenziati in occasione del bilancio pastorale che gran parte delle parrocchie cinesi continentali hanno fatto durante l’assemblea di fine anno, ognuna con le proprie caratteristiche, traendone incoraggiamento e orientamenti per l’impegno nel nuovo anno.
Secondo le informazioni raccolte dall’Agenzia Fides, la comunità della Cattedrale della diocesi di Wen Zhou della provincia di Zhe Jiang, ha iniziato l’incontro con lo studio del messaggio del Papa per la Giornata della Pace, quindi ha programmato alcune iniziative per vivere l’Anno della Misericordia: la lettura comunitaria periodica della Misericordiae Vultus, la bolla di indizione del Giubileo, e della lettera pastorale del Vescovo diocesano; ogni venerdi pomeriggio è prevista la preghiera comunitaria sulla misericordia, il pellegrinaggio, le opere caritative...
“Uno più uno” è l’impegno che ha contraddistinto la parrocchia di Shun Qing della diocesi di Nan Chang: ogni fedele si è infatti proposto di portare un nuovo membro nella comunità. Durante l’assemblea, che si è svolta il 26 gennaio, sacerdoti, religiose, diaconi, seminaristi e laici hanno presentato il quadro generale di ogni gruppo (lettori, carità, ministranti, coro, liturgia …) e come ognuno ha realizzato il programma “Uno più uno”. Il parroco ha ringraziato tutti per l’impegno dimostrato, che ha portato ad un buon numero di battezzati. Ad assistere all’assemblea sono stati invitati anche alcuni non cristiani.
La parrocchia di Bei Tang, della diocesi di Gui Yang, ha analizzato i lavori di 14 gruppi pastorali durante l’incontro del 24 gennaio. La parola di Dio è stato il punto di riferimento del 2015. Il gruppo della “Vigna del Signore” ha visitato 73 malati, poveri e bisognosi, mentre il gruppo che si impegna a rispondere alle domande di quanti desiderano conoscere la fede cattolica ha accolto numerosi giovani, aiutandoli ad avvicinarsi alla Chiesa… Nell’Anno della Misericordia tutti si sono proposti di “continuare a dare una testimonianza concreta per portare il Vangelo alle periferie e a tutti”. (NZ) (Agenzia Fides 2/2/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network