AMERICA/ARGENTINA - “Cura Brochero esempio dell'Argentina che vogliamo”: il presidente Macri incontra la Chiesa locale

mercoledì, 27 gennaio 2016 politica   vescovi   evangelizzazione  
"Settimana Brocheriana 2016"

"Settimana Brocheriana 2016"

Villa Brochero (Agenzia Fides) – La Messa di chiusura della annuale "Settimana Brocheriana", celebrata ieri, martedì 26 gennaio, è stata occasione di incontro del neo Presidente Mauricio Macri con i principali rappresentanti della Chiesa argentina, guidati dal Cardinale Mario Poli, Arcivescovo di Buenos Aires. Villa Cura Brochero, Córdoba, a circa 820 chilometri dalla capitale, luogo dove nacque e operò il sacerdote José Gabriel del Rosario Brochero (1840-1914), noto come “cura” Brochero, molto amato dagli argentini, ha accolto circa 4.000 fedeli, entusiasti per la notizia della prossima canonizzazione del sacerdote che donò la sua vita ai gauchos (vedi Fides 25/01/2016).
La "Semana Brocheriana" si è svolta dal 16 al 26 gennaio e ha avuto come tema principale: "Con Brochero, seamos Misericordiosos como nuestro Padre Dios". Il Presidente Macri, accolto da un applauso rispettoso, si è recato con alcuni ministri del suo governo alla celebrazione conclusiva. "Brochero è l'esempio dell'Argentina che vogliamo. Lui ha puntato al futuro, credeva nella gente di Cordoba, ha lavorato vicino alle persone, è stato un uomo positivo, ha sempre creduto in quello che ha fatto e questo è quello che ci serve, scommettere sul futuro" ha commentato il presidente dopo la Messa, secondo la nota pervenuta a Fides.
Nella Messa di chiusura della Settimana, il Card. Poli si è soffermato sul lavoro pastorale svolto dal sacerdote, insistendo in modo particolare sulla necessità di imitare la sua "vicinanza" alle persone, elemento che ha sempre caratterizzato cura Brochero. Ha anche sottolineato la sua integrità: "i suoi pochi beni li ha amministrati onestamente e non gli è rimasto attaccato niente. Anzi, invitava i suoi amici ad aiutare i poveri". Ha infine ricordato uno dei sogni del sacerdote: vedere la ferrovia arrivare a Cordoba, e "forse un giorno questo sogno si avvererà" ha concluso il Cardinale.
La stampa locale ha commentato positivamente il gesto di vicinanza del Presidente, auspicando l’inizio di una nuova tappa nei rapporti fra la Chiesa e il Governo.
(CE) (Agenzia Fides, 27/01/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network