ASIA/TERRASANTA - Nella Settimana di preghiera per l’unità, i cristiani proclamano “le grandi opere di Dio”

sabato, 16 gennaio 2016 chiese locali   ecumenismo   caritas  

Gerusalemme (Agenzia Fides) – “Chiamati a proclamare le grandi opere del Signore” (1Pt 2,9): partendo da questo versetto della Lettera di Pietro, i cristiani di Terrasanta celebrano la Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani, dal 23 al 31 gennaio.
“I cristiani vivono la chiamata battesimale e raccontare le grandi opere di Dio in modi molto diversi. La grazia di Dio ci aiuta a chiedere perdono per gli ostacoli che abbiamo messo alla riconciliazione e la guarigione, per ricevere misericordia e crescere in santità", afferma una nota del Patriarcato Latino di Gerusalemme, annunciando il programma della Settimana.
“La consapevolezza della nostra identità comune in Cristo ci invita a lavorare per fornire risposte alle questioni che ancora ci dividono tra cristiani. Siamo chiamati, come i discepoli, a scoprire che nel nostro comune pellegrinaggio, Gesù Cristo è in mezzo a noi” prosegue la nota.
I fedeli ribadiscono il desiderio di promuovere iniziative comuni a livello sociale e caritativo, per raggiungere i poveri, i bisognosi, i tossicodipendenti e gli emarginati.
In Terrasanta la Settimana sarà scandita da incontri e celebrazioni comuni di preghiera nelle chiese, organizzate a turno dalle diverse confessioni. Il 27 gennaio ci sarà una celebrazione ecumenica nella chiesa del Patriarcato Latino e il 28 gennaio nel luogo del Cenacolo. Preparatoria alla Settimana per l’Unità sarà la conferenza che il 17 gennaio p. Frans Bouwen terrà al Monastero dell’Emanuele, a Betlemme, sul tema “L’attualità ecumenica nel 2015”. (PA) (Agenzia Fides 16/1/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network