ASIA/TURCHIA - Ancora visitabile a Istanbul il “Presepe dei Naufraghi”

venerdì, 15 gennaio 2016 migranti  

Santomiero-Aleteia

Istanbul (Agenzia Fides) – A Istanbul è ancora visitabile, e lo sarà fino al 2 febbraio, il “Presepe dei Naufraghi” che i francescani conventuali della chiesa di Sant'Antonio hanno voluto allestire vestendo i personaggi del Presepe con i vestiti dei fuggitivi che cercano di raggiungere la Grecia dalla Turchia, trovando spesso la morte. Nel Presepe, tra gli indumenti indossati e gli oggetti portati dalle diverse figure – coprese quelle della Sacra Famiglia - ci sono scarpette e pantaloncini inzaccherati di sabbia, zainetti, pupazzetti di peluche, giubbotti di salvataggio. La rappresentazione continua a essere visitata da pellegrini, turisti e curiosi. “Abbiamo voluto trascorrere il tempo di Natale” spiega all'Agenzia Fides il padre guardiano Iulian Pista “puntando lo sguardo sul Bambino Gesù e sulle tragedie che si stanno consumando a poca distanza da noi. La nostra scelta ha avuto una grande eco in tutto il mondo. Dalla Romania, che è il mio Paese, sono arrivate anche reazioni negative. Ci sono stati quelli che hanno criticato 'questi frati che prendono la parte dei musulmani, e non vedono che qui in Europa ne siamo già pieni'. Evidentemente c'è sempre qualcuno che si sente più cristiano di Gesù, il quale ci ha insegnato ad amare tutti”. (GV) (Agenzia Fides 15/1/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network