AMERICA/NICARAGUA - Mons. Baez denuncia la mancanza di chiarezza nella gestione dei soldi dei lavoratori

venerdì, 15 gennaio 2016 vescovi   diritti umani   politica  
Mons. Silvio Baez,

Mons. Silvio Baez,

Managua (Agenzia Fides) – Il Vescovo ausiliare della diocesi di Managua, Sua Ecc. Mons. Silvio Baez, ha chiesto ieri, 14 gennaio, alla Procura Generale della Repubblica, di indagare sul caso del prestito di 1,2 milioni di dollari deliberato dal Consiglio Direttivo del "Seguro Social", di cui ha beneficiato la società sconosciuta "Teleconstrucciones Guillen", creata tre mesi e 15 giorni prima dell'approvazione del prestito statale.
Mons. Baez ha sottolineato che il caso dovrebbe essere chiarito. Le autorità di controllo dello Stato ancora tacciono a una settimana dalla pubblicazione della notizia sul giornale “La prensa” e lo stesso presidente dell’INSS (Instituto Nacional Seguro Social) non risponde da quaranta giorni.
"Si tratta del denaro che appartiene ai lavoratori della nazione" ha detto Mons. Baez nella nota inviata a Fides. "Se c'è una denuncia, ci deve essere un'indagine; tutto ciò aiuta la trasparenza nella gestione delle risorse pubbliche".
La stampa locale è in attesa dell'indagine del Consiglio Superiore degli Imprenditori Privati (COSEP), che ha promesso di indagare sul prestito e di stendere un regolamento che riesca a disciplinare il comportamento etico dei membri del suo sindacato che lavorano presso il governo.
(CE) (Agenzia Fides, 15/01/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network