ASIA/PAKISTAN - Ragazza cristiana rapita a scopo di conversione e matrimonio forzato

lunedì, 11 gennaio 2016 conversione   islam   minoranze religiose  

Kasur (Agenzia Fides) – Una diciottenne cristiana del distretto Kasur, nel Punjab pakistano, è stata rapita da un uomo musulmano con i suoi complici mentre era sola in casa. I genitori hanno depositato denuncia contro i rapitori. La famiglia ha contattato l’avvocato cristiano Sardar Mushtaq Gill, che ha accettato di seguire il caso e di fornire assistenza legale gratuita.
“Data l’esperienza di un certo numero di questi casi, posso dire che spesso i sequestratori prendono le ragazze cristiane a scopo di matrimonio e conversione all'Islam in modo forzato” spiega Sardar Mushtaq Gill a Fides.
“E’ frequente che donne di minoranze religiose siano rapite e gli autori dei sequestri godano di impunità, perché non esiste una normativa in materia di conversione forzata” aggiunge l’avvocato, che guida l’Ong Lead (Legal Evangelical Association Development). “Con la nostra organizzazione Lead stiamo cercando di segnalare il problema della conversione forzata alle autorità, sostenendo una corretta legislazione in materia di conversione forzata” aggiunge Gill. Secondo dati delle Ong, sono circa mille le ragazze delle minoranze religiose cristiane e indù rapite ogni anno in Pakistan. (PA) (Agenzia Fides 11/1/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network