AFRICA/BURUNDI - Esplosioni a Bujumbura; a Nairobi oppositori burundesi minacciati di morte

martedì, 5 gennaio 2016 gruppi armati  

Bujumbura



Bujumbura (Agenzia Fides)-Una forte esplosione è avvenuta nei pressi di un convento cattolico a Bujumbura, la capitale del Burundi. Il fatto è avvenuto ieri, 4 gennaio. “Non sappiamo ancora bene quello che è successo” riferiscono all’Agenzia Fides fonti locali che hanno chiesto l’anonimato. “Si è parlato di tiri di mortaio ma l’esplosione è stata troppo forte e pensiamo che si tratti di un ordigno piazzato a mano”. “Stiamo verificando le notizie anche perché le autorità affermano che nelle recenti esplosioni che hanno colpito la capitale sono morti una decina di poliziotti, ma in realtà non si bene cosa è successo. Quello che è certo che nell’esplosione nei pressi del convento una donna è stata ferita” dicono le fonti.
Il Burundi sembra sempre più sprofondare nella guerra civile con conseguenze che si estendono anche ai Paesi vicini. “Le ultime notizie diffuse dalla radio riferiscono che a Nairobi, in Kenya, domenica 3 gennaio è stato ucciso un appartenente alle milizie filo-governative, Imbonerakure, mentre si sa che gli oppositori al Presidente Pierre Nkurunziza rifugiatisi in Kenya sono minacciati di morte da membri dell’ Imbonerakure infiltrati nel territorio keniano” affermano le fonti.
A Bujumbura ogni mattina si trovano i cadaveri di persone uccise dagli “squadroni della morte”. “La polizia e le milizie vicine al Presidente rapiscono le persone e in alcuni casi chiedono forti riscatti in cambio della loro liberazione; in caso contrario le uccidono. Sono inoltre in forte aumento le violenze su donne e ragazze da parte di poliziotti e miliziani. La situazione è quindi sempre più pericolosa e preoccupante” concludono le fonti di Fides. (L.M.) (Agenzia Fides 5/1/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network