ASIA/TIMOR EST - Festa nel paese, cardinale Parolin celebra 500 anni di cattolicesimo con firma di concordato

giovedì, 13 agosto 2015

Dili (Agenzia Fides) – Il Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato Vaticano, è stato ricevuto oggi a Dili, in un ambiente festivo da migliaia di persone, per una visita che coincide con il 500 anniversario di evangelizzazione del Timor Est (Vedi Fides 7/08/2015).
La visita, durante la quale sarà firmato il Concordato, nel quadro giuridico delle relazioni bilaterali tra Timor Est e il Vaticano, avrà come momento centrale una messa a Taci Tolo il Venerdì, proprio nello stesso luogo dove si è recato nel 1989 Papa Giovanni Paolo II.
In concomitanza con la celebrazione della festa dell'Assunzione della Madonna, la visita è particolarmente importante dal momento che è la prima volta che un Concordato viene firmato fuori dal Vaticano e perché il cardinale Parolin è la più alta autorità della Chiesa cattolica a visitare Timor Est, dopo la visita di Papa Giovanni Paolo II a Dili, il 12 ottobre 1989.
La nota pervenuta a Fides riferisce che per Sua Ecc. Mons. Basilio do Nascimento, presidente della Conferenza Episcopale di Timor Est, amministratore apostolico di Dili e vescovo di Baucau, la visita è un momento storico per Timor Est e per i cattolici del Paese.
In un messaggio rilasciato la settimana scorsa, Papa Francesco ha ricordato la memoria di molti "missionari" che hanno avuto il "coraggio" di recarsi a Timor Est.
Lo stesso governo, in un comunicato ufficiale sul concordato, ha detto che "la Chiesa cattolica per 500 anni ha fornito un grande sostegno spirituale, umano e materiale al popolo di Timor, e ha contribuito in modo decisivo al processo di liberazione di Timor Est".
(CE) (Agenzia Fides, 13/08/2015)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network