EUROPA/SPAGNA - Quasi 6 mila domande di asilo in Spagna nel 2014, rapporto UNHCR

martedì, 31 marzo 2015

Madrid (Agenzia Fides) – Le guerre in Siria e in Iraq, così come i conflitti armati, le violazioni dei diritti umani e il deterioramento delle condizioni umanitarie e di sicurezza in altri paesi, hanno aumentato nell’anno 2014 il numero di domande d'asilo nei paesi industrializzati portandolo al suo massimo in 22 anni, secondo un rapporto appena pubblicato dall'UNHCR (ACNUR).
Il rapporto "Asylum Trends 2014" segnala 866 mila nuove richieste di asilo presentate nei paesi industrializzati durante l'anno, il 45% in più rispetto al 2013, quando erano state registrate 596.600 richieste. Il dato per il 2014 è il più alto dal 1992, quando iniziò il conflitto in Bosnia-Erzegovina.
La nota pervenuta a Fides segnala che i siriani sono di gran lunga il più grande gruppo tra coloro che hanno fatto domanda di asilo nel 2014, con quasi 150.000 domande. Le richieste irachene ammontano a 68.700, quasi il doppio rispetto al 2013. Gli afghani sono al terzo posto, con quasi 60.000 domande, seguiti dai cittadini della Serbia (e Kosovo) e dell’Eritrea.
Il paese industrializzato che ha ricevuto il maggior numero di richieste di asilo nel 2014 è stato la Germania, con oltre 173.000 domande, seguita da Stati Uniti d'America (121.200), Turchia (87.800), Svezia (75.100), Italia (63.700).
In Spagna 5.941 persone hanno chiesto protezione internazionale nel 2014, con un incremento del 31,7% rispetto al 2013, quando sono state registrate 4.513 richieste. I principali paesi di origine dei richiedenti asilo sono Siria (1.680 richiedenti) e Ucraina (942), seguite da Mali (620), Algeria (309) e Palestina (209). (CE) (Agenzia Fides, 31/03/2015)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network