EUROPA/ITALIA - Missionarie Scalabriniane aprono una comunità a Siracusa per l’accoglienza dei migranti

venerdì, 23 gennaio 2015

Siracusa (Agenzia Fides) - Nasce a Siracusa una nuova comunità missionaria per accogliere i migranti che approdano in Sicilia. Le suore Missionarie di San Carlo Borromeo, Scalabriniane, da domenica ufficialmente hanno le prime tre sorelle “in prima linea” per avviare percorsi di assistenza. Secondo le informazioni inviate all’Agenzia Fides, si tratta delle brasiliane suor Teresinha Santin e suor Ivanir Filipi, e dell'albanese suor Gjeline Preçi. “Una risposta all’appello accorato di Papa Francesco ad 'aprire i conventi ai rifugiati carne di Cristo' – spiegano suor Neusa de Fatima Mariano, Superiora generale, e suor Milva Caro, responsabile della Provincia San Giuseppe/Europa -. Una decisione, quella di aprire una nuova comunità religiosa, in un tempo in cui tutto spinge al ridimensionamento e al risparmio delle forze e delle risorse. Un segno di carità pastorale della Congregazione nell’anno della beatificazione della Cofondatrice Madre Assunta Marchetti. Sarà una presenza missionaria non tanto per essere in prima linea, ma per ‘abitare’ nella Chiesa locale, con il popolo siracusano e con i migranti. Sarà una comunità itinerante accanto alle storie dei migranti, perché non manchi mai loro il pane della Parola di Dio e lo spazio per vivere con dignità”. (SL) (Agenzia Fides 23/1/2015)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network