VATICANO - Il Papa: intensificare lo spirito missionario e l’entusiasmo della missione senza scoraggiarsi

sabato, 22 novembre 2014

Città del Vaticano (Agenzia Fides) – “Vi incoraggio a intensificare lo spirito missionario e l’entusiasmo della missione e a tenere alto nel vostro impegno nelle Diocesi, negli Istituti missionari, nelle Comunità, nei Movimenti e nelle Associazioni lo spirito della Evangelii gaudium, senza scoraggiarsi nelle difficoltà, che non mancano mai e - sottolineo una cosa - cominciando dai bambini”. Questa l’esortazione che il Santo Padre Francesco ha rivolto ai partecipanti al IV Convegno Missionario nazionale (vedi Fides 20/11/2014), ricevuti oggi in udienza.
Nel suo discorso Papa Francesco ha ricordato che “ogni generazione è chiamata a essere missionaria” e che “una Chiesa missionaria non può che essere ‘in uscita’”. Quindi ha proseguito: “Le diverse realtà che voi rappresentate nella Chiesa italiana indicano che lo spirito della missio ad gentes deve diventare lo spirito della missione della Chiesa nel mondo: uscire, ascoltare il grido dei poveri e dei lontani, incontrare tutti e annunciare la gioia del Vangelo. Le Chiese particolari in Italia hanno fatto tanto… tanti preti, tante suore, tanti laici fidei donum. Voi avete questo nel sangue! E’ una grazia di Dio. Dovete conservarlo, farlo crescere e darlo in eredità alle nuove generazioni di cristiani.”
Il Papa ha ribadito che “la missione è compito di tutti i cristiani, non solo di alcuni” ed ha sottolineato: “È compito anche dei bambini! Nelle opere missionarie pontificie, i piccoli gesti dei bambini educano alla missione”. Ringraziando la Chiesa italiana per il suo impegno, Papa Francesco ha esortato a “non lasciarsi rubare la speranza e il sogno di cambiare il mondo con il Vangelo, con il lievito del Vangelo, cominciando dalle periferie umane ed esistenziali. Uscire significa superare la tentazione di parlarci tra noi dimenticando i tanti che aspettano da noi una parola di misericordia, di consolazione, di speranza. Il Vangelo di Gesù si realizza nella storia”. Dopo aver ribadito che “nella catechesi i bambini devono ricevere una catechesi missionaria”, il Papa ha invitato a non cedere al pessimismo, presente anche nella Chiesa, “che rischia di privare dell’annuncio del Vangelo tanti uomini e donne”. Invece “Andiamo avanti con speranza! I tanti missionari martiri della fede e della carità ci indicano che la vittoria è solo nell’amore e in una vita spesa per il Signore e per il prossimo, a partire dai poveri”. (SL) (Agenzia Fides 22/11/2014)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network