http://www.fides.org

Asia

2003-06-17

ASIA/IRAQ - “ESTATE RAGAZZI” TRA I GIOVANI DI MOSSOUL: DOPO LA GUERRA I SALESIANI IMPEGNATI A RICOSTRUIRE IL TESSUTO SOCIALE

Mossoul (Agenzia Fides/ANS) – Tornare tra i ragazzi della città dopo il martirio della guerra: è quanto si propongono i Salesiani del Medio Oriente. Come nell'estate del 2002, si inizia il 25 giugno con una settimana di preparazione per gli Animatori. Quindi per 3 settimane di luglio si svolgeranno attività sia al mattino (dalle 9 alle 12) per 400 adolescenti, che al pomeriggio (dalle 17 alle 20) per 300 giovani, provenienti dalle 7 parrocchie caldee della città e dalla parrocchia siro-cattolica. Lo afferma il Superiore dei Salesiani, don Gianmaria Gianazza, che ha visitato quei luoghi alla fine del mese di maggio per verificare la situazione.
Nel resoconto-verifica dell'Estate Ragazzi svoltasi a Baghdad per la quarta volta nell'estate del 2002, si possono leggere queste considerazioni: “Le attività sono state realizzate in due centri della città: alla periferia, nella parrocchia del seminario caldeo, con la partecipazione di 550 giovani provenienti da 8 parrocchie; e al centro, nei locali della chiesa caldea Mar Gorghis al mattino per 350 adolescenti, e nei locali della chiesa siro-cattolica Mar Behnàm alla sera per 400 giovani. Tre giorni di preparazione per gli animatori hanno impostato il campo: la loro collaborazione è stata grandissima. Sono insegnanti di religione, volontari che dedicano solitamente il venerdì (giornata di riposo in un paese a maggioranza musulmana) alla catechesi e all’animazione dei gruppi parrocchiali”.
L’Estate Ragazzi organizzata dai Salesiani si caratterizza per l’incontro e l’animazione delle parrocchie del territorio, con l’avvio di un processo di socializzazione tra i ragazzi partecipanti e di diversa provenienza. Vengono proposte varie attività ricreative, sportive e formative con la festa finale ricca di giochi speciali. Tutto si conclude con premi per ogni partecipante allo spaccio "Don Bosco", dove si possono trovare cose utili per la scuola (quaderni, calcolatrici, zainetti, magliette) ma anche saponi e profumi. La serata conclusiva dell’anno scorso al Summer club sul Tigri, prevedeva un programma preparato dalle varie parrocchie con scenette, mimi, canti, alla presenza di giovani e dei loro genitori. (S.L.) (Agenzia Fides 17/6/2003 – Righe 24, Parole 326)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network