http://www.fides.org

News

2014-03-27

ASIA/TURCHIA - Il responsabile delle Fondazioni delle minoranze religiose si dimette per protesta

Istanbul (Agenzia Fides) – Il responsabile delle Fondazioni delle minoranze religiose, il greco ortodosso Laki Vingas, ha lasciato la sua carica per protesta contro i ritardi nella preparazione del nuovo regolamento elettorale necessario per selezionare i rappresentanti e i dirigenti chiamati a amministrare le diverse Fondazioni. Le dimissioni sono state presentate nei giorni scorsi ai responsabili del Direttorio generale per le Fondazioni, l'organismo non governativo a cui fanno capo 166 Fondazioni di gruppi presenti in Turchia.
Negli ultimi tempi Vingas – che si apprestava comunque a concludere il suo secondo mandato come responsabile delle Fondazioni religiose – aveva espresso forti critiche sulla gestione recente dell'organismo. Nella sua lettera di dimissioni, Vingas lamenta che da 15 mesi la questione dei nuovi regolamenti elettorali viene trascurata, con grave danno per il funzionamento delle Fondazioni. Tali enti svolgono un ruolo importante nella gestione delle proprietà precedentemente espropriate che vengono restituite alle diverse comunità religiose.
Il calo di attenzione delle autorità sul dossier dei diritti delle comunità religiose minoritarie è anche legato alla rovente fase politica vissuta dal paese, dove domenica 30 marzo si svolgono elezioni amministrative che si sono trasformate in un test importante per verificare il margine di consenso popolare di cui ancora gode il premier Recep Tayyp Erdogan. «C'erano grandi speranze sul fronte dei diritti delle minoranze religiose » spiega all'Agenzia Fides l'analista di geo-politica Emre Oktem, professore di diritto internazionale presso la Galatasaray Universitesi di Istanbul, «ma adesso l'intera questione sembra entrata in un cono d'ombra, e tutta l'attenzione è concentrata sull'attualità politica, sulle accuse e le critiche a Erdogan e sulle sue reazioni eclatanti, come il divieto di usare twitter ». (GV) (Agenzia Fides 27/3/2014).

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network