http://www.fides.org

News

2013-11-21

AFRICA/CENTRAFRICA - “Genocidio è forse eccessivo, ma è vero che potrebbe succedere di tutto” dice un missionario

Bangui (Agenzia Fides)- “Il termine è forse eccessivo, ma è vero che la tensione è così alta che non si sa come la situazione possa evolversi” dice all’Agenzia Fides p.Aurelio Gazzera, carmelitano che opera a Bozoum nella Repubblica Centrafricana, commentando la dichiarazione resa oggi all’emittente France2 dal Ministro degli Esteri francese Laurent Fabius secondo il quale “il Centrafrica è sull’orlo di un genocidio”.
“La tensione è indubbiamente altissima, specie nella capitale Bangui, dove- dice p. Aurelio- da quasi tre settimane ogni giorno, in un quartiere diverso, si verificano sparatorie, omicidi, scontri di varia natura. Sono tornato da poco da Bangui e la sensazione generale è che si stia preparando un intervento esterno che sta mettendo in agitazione gli appartenenti a Seleka”. Fonti militari francesi affermano che una nave da sbarco delle Marine Nationale è in navigazione verso il porto di Douala (Camerun) con a bordo rinforzi per le truppe francesi già dispiegate in Centrafrica. Inoltre gli Stati Uniti si sono dichiarati pronti ad appoggiare sanzioni ONU contro coloro che si sono resi responsabili di crimini contro i civili nella Repubblica Centrafricana ed hanno annunciato lo stanziamento di 40 milioni di dollari a favore della forza di pace africana inviata nel Paese.
“A Bozoum la situazione è leggermente migliore ma la tensione rimane alta perché si temono attacchi delle milizie anti Balaka (che combattono contro gli ex ribelli Seleka che hanno preso il potere a marzo). Inoltre gli uomini di Seleka appaiono molto agitati” aggiunge il missionario. “Ci stiamo preparando agli eventi anche intensificando i contatti con i musulmani per cercare di evitare che non si verificano incidenti tra le diverse componenti della popolazione locale” conclude p. Aurelio.
Nel frattempo il Presidente Michel Djotodia ha annunciato che sta trattando la resa di Joseph Kony, il leader dell’Esercito di Resistenza del Signore (LRA), il gruppo di guerriglia di origine ugandese che da anni imperversa in Sud Sudan, Repubblica Democratica del Congo e in Centrafrica.(L.M.) (Agenzia Fides 21/11/2013)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network