http://www.fides.org

Asia

2003-06-12

ASIA/INDIA - IL SANSCRITO, LA LINGUA CLASSICA DEI VEDA, È OGGI NELL’INSEGNAMENTO DEI GESUITI

New Delhi (Agenzia Fides) – Serve a comprendere e studiare antichi testi di poesia e letteratura indiana: il sanscrito è una lingua che aiuta ad indagare nel profondo la cultura e la religione indù. Per questo i padri gesuiti della Scuola Superiore “San Francesco Saverio” di Nettiah, nello stato del Bihar, hanno introdotto nella loro scuola lezioni di sanscrito.
Il gesuita padre Lawrence Paschal, Preside della scuola, ha detto che l’introduzione del sanscrito nelle attività extracurricolari “è stato apprezzato da studenti e genitori. Gli studenti hanno potuto gustare la lettura di novelle e antichi racconti in sanscrito e hanno sfatato la falsa concezione per cui lo studio esclusivo della lingua inglese potesse aprire loro possibilità di carriera. Esso invece è un tesoro della cultura indiana, della letteratura e della religione indù”. Le lezioni di sanscrito hanno avuto subito grande successo fra gli studenti che in oltre 100 hanno chiesto di iscriversi al corso.
Il gesto di padri gesuiti vuole dimostrare apprezzamento verso la cultura indiana e la religione indù, e favorire il dialogo interreligioso, in un momento di tensione in cui gruppi di estremisti indù stano minacciando la vita della comunità cristiana in diversi stati della federazione.
Il sanscrito è la lingua classica dell’India: il suo nome significa “linguaggio letterario perfettamente edificato e organizzato”, in contrasto con i dialetti comuni: è stato infatti impiegato nella scrittura dei “Veda” le più antiche composizioni letterarie indiane di carattere religioso ed epico, composte fra il 1500 e il 1200 a.C. Per questo è una lingua sacra alla religione indù.
E’ una delle 18 lingue riconosciute dalla Costituzione indiana, ed è ancora studiato in istituti di cultura e religione indiana e parlato da esperti e studiosi e bramini. Dal Sanscrito sono nate lingue moderne come hindi, bengali, marathi, gujarati e il singalese parlato in Sri Lanka. E’ una lingua di ceppo indoeuropeo, con alfabeto di origine probabilmente semitiche, introdotto nell’Asia centrale dall’antico popolo degli Arii.
(PA) (Agenzia Fides 12/6/2003 lines 29 words 335)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network