http://www.fides.org

Asia

2013-02-12

ASIA/PAKISTAN - Nuova violenza sui cristiani in Punjab, mentre restano impuniti gli stupratori di Fouzia Bibi

Pattoki (Agenzia Fides) – Intimidazione e violenza sulle famiglie cristiane in Punjab: l’ultimo episodio registrato dall’Agenzia Fides è avvenuto nel villaggio di Pattoki, nel distretto di Kasur, che già aveva registrato nei giorni precedenti lo stupro e la tortura della 15enne cristiana Fouzia Bibi, da parte di due influenti musulmani locali, uno dei quali arrestato, l'altro a piede libero (vedi Fides 4 e 7/2/2013).
L’8 febbraio alcuni musulmani e alcuni uomini della polizia senza uniforme, hanno fatto irruzione nella casa del cristiano Kaila Masih e hanno malmenato i membri della famiglia, fra i quali tre donne: Zareena Bibi, Hameedan Bibi e Sharifan Bibi. L’episodio ha destato preoccupazione e sconcerto nella comunità e, secondo fonti di Fides, potrebbe essere un atto intimidatorio per invitare la famiglia di Fouzia Bibi a ritirare la denuncia contro gli stupratori. I fedeli hanno subito avvisato il Rev. Saleem Masih Gill e, grazie all’intervento della Ong LEAD ( e all’assistenza legale fornita, hanno registrato un’altra denuncia, lamentando l’ondata di violenza impunita sulle famiglie cristiane della cittadina.
Intanto nel caso di Fouzia Bibi, si profila il rilascio di Shabir Ali, l’uomo arrestato come uno dei due presunti colpevoli: secondo l’esame medico condotto nei giorni scorsi sulla ragazza, lo stupro è stato accertato ma, passati oltre 15 giorni dal fatto, è stato impossibile rintracciare prove organiche (seme maschile) che mettano con le spalle al muro i due accusati. La polizia è intenzionata a chiudere il caso, rilasciando Shabir Ali. Se ciò avverrà, la famiglia di Fouzia intende presentare un ricorso diretto all’Alta Corte. (PA) (Agenzia Fides 12/2/2013)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network