http://www.fides.org

Africa

2013-01-26

AFRICA/ANGOLA - Budget statale del 2013: aumentano le spese sociali ma quelle per la difesa rimangono ancora molto alte

Luanda (Agenzia Fides) - Il bilancio statale 2013 dell’Angola, approvato dall’Assemblea Nazionale il 15 gennaio, è di 6.600 miliardi Kwanza (circa 69 miliardi di dollari) e registra un aumento del 50% rispetto al 2012. Il governo ha sottolineato che la legge finanziaria di quest’anno prevede di allocare un terzo del budget statale (per la precisione il 33,5%) per le spese sociali, che includono sanità, istruzione, costruzione di alloggi per i meno abbienti, protezione ambientale e cure sociali.
Il giornale “Makaangola”, che ha analizzato le voci di spesa della legge finanziaria, pur riconoscendo un forte incremento delle spese sociali, nota che i fondi destinati alla Presidenza, al settore militare e alla sicurezza interna rimangono di molto superiori a quelli destinati allo sviluppo e al settore civile.
La Presidenza per esempio riceverà 1 miliardo e 800 milioni di dollari, contro il miliardo e mezzo del Ministero della Sanità. Buona parte dei fondi per la Presidenza (l’81%) serviranno a coprire le spese dell’apparato di sicurezza del Presidente (una sorta di esercito parallelo a quello ufficiale, nota il giornale). Il servizio di sicurezza interna (Serviço de Inteligência e de Segurança de Estrado, SINSE) riceverà 695 milioni di dollari, mentre quello di intelligence esterna (Serviço de Inteligência externa, SIE) per le sue sole attività all’estero disporrà di 340 milioni di dollari, contro 380,4 milioni di dollari dell’interno bilancio del Ministero degli Esteri.
Il Ministero dell’Interno e quello della Difesa riceveranno rispettivamente 4,7 e 5,7 miliardi di dollari. Nonostante i fondi ricevuti, il giornale afferma che l’esercito non riesce a garantire condizioni di vita decenti ai propri soldati, al punto che tra i militari si registra un alto tasso di tubercolosi a causa delle caserme fatiscenti dove sono alloggiati. E le condizioni dei poliziotti non sono meno precarie.
L’Angola è un Paese ricchissimo di risorse naturali, dal petrolio ai diamanti solo per citarne le più importanti, ed ha un potenziale agricolo enorme ancora da sfruttare, ma è ancora al 148esimo posto (su 187) nell’Indice di Sviluppo Umano delle Nazioni Unite. (L.M.) (Agenzia Fides 26/1/2013)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network