http://www.fides.org

Africa

2013-01-19

AFRICA/CENTRAFRICA - Il Premier nominato al lavoro per formare il governo di unità nazionale

Bangui (Agenzia Fides) - “Le consultazioni inizieranno presto. Occorre tempo per formare un governo capace di far fronte a questo periodo difficile” ha affermato Nicolas Tiangaye, il Premier nominato della Repubblica Centrafricana. La nomina di Tiangaye è frutto dell’accordo firmato l’11 gennaio a Libreville (Gabon) dal Presidente François Bozizé, dai rappresentanti politici del Paese e da quelli dell’alleanza ribelle Seleka, al fine di risolvere la grave crisi politico-militare che ha visto le truppe di Seleka conquistare più della metà del territorio nazionale e avvicinarsi alla capitale, Bangui.
Il Premier nominato, uno dei leader dell’opposizione civile, ha il compito di formare un governo di unità nazionale, che dovrà preparare nuove elezioni entro 12 mesi. Gli accordi prevedono che il Presidente Bozizé rimanga in carica fino alla scadenza del suo mandato nel 2016 (ma non potrà licenziare il Premier della transizione), il cessate il fuoco e il ritiro delle truppe straniere presenti nel Paese, ad eccezione di quelle delle Forze Africane di Interposizione (FOMAC).
A questo proposito Seleka ha chiesto il ritiro immediato dei militati sudafricani inviati in aiuto delle truppe di Bozizé (vedi Fides 7/1/2013) e di quelli ugandesi, da tempo presenti nel sud-est del Paese per dare la caccia ai guerriglieri dell’LRA (Esercito di Resistenza del Signore). Seleka afferma che il Capo dello Stato avrebbe fatto appello anche ai soldati ugandesi per far fronte all’offensiva ribelle. Seleka chiede inoltre 7 posti di ministro nel governo di unità nazionale e la liberazione di centinaia di prigionieri. (L.M.) (Agenzia Fides 19/1/2013)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network