ASIA/TAIWAN - Il presepio, evento di evangelizzazione, per recuperare il significato del Natale

sabato, 22 dicembre 2012

Taipei (Agenzia Fides) - Sono cominciati fin dal mese di novembre i preparativi per i Presepi Viventi che si svolgeranno nelle piazze e nei parchi pubblici di alcune città taiwanesi. “Il Presepe – come afferma padre Felice Chech, Camilliano, Direttore nazionale delle Pontificie Opere Missionarie - è un vero evento di evangelizzazione rivolto alle persone e alla cultura contemporanea. Le Pontificie Opere Missionarie desiderano promuovere e recuperare il significato autentico del Natale cristiano nella società taiwanese (1% di cattolici su 24 mila abitanti), in cui le attività commerciali tendono a diffondere una concezione consumistica della festività natalizia svuotata del contenuto religioso cristiano”. Nella società taiwanese del resto non manca l’attenzione degli appartenenti alle religioni tradizionali verso le attività spirituali e sociali promosse dai cattolici. Ad esempio, in occasione dell’Ottobre Missionario, racconta p. Felice, sono state promosse quattro veglie di preghiera dedicate ai cinque continenti che hanno visto la partecipazione di un centinaio di bambini, della comunità aborigena di Taitung (Taidong) e di trecento giovani universitari della Fu Jen Catholic University di Taipei. Alla preparazione delle veglie hanno collaborato gli animatori missionari parrocchiali, i catechisti, numerosi laici, e anche persone appartenenti alle religioni tradizionali. Inoltre gli immigrati provenienti dai cinque continenti le hanno animate con danze e simboli tradizionali del proprio continente. Padre Felice Chech sottolinea infine l’importanza di creare “reti di collaborazione per le attività di animazione missionaria” e “un metodo di evangelizzazione adatto ai contesti culturali e agli ambiti della vita quotidiana”. (SL) (Agenzia Fides 22/12/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network