AFRICA/CENTRAFRICA - I ribelli della coalizione Seleka conquistano Bria, importante centro diamantifero

martedì, 18 dicembre 2012

Bangui (Agenzia Fides)- Il centro diamantifero di Bria, al centro della Repubblica Centrafricana, è stato conquistato oggi dagli uomini della Seleka, una coalizione di tre formazioni ribelli, che la stanno saccheggiando. È quanto afferma una fonte dell’esercito locale ripresa dall’Agence France Press. Bria si trova a 300 km da Ndélé, altro centro conquistato dai ribelli nei giorni scorsi, e a più di 400 km dalla capitale Bangui, dove, secondo fonti locali contattate dall’Agenzia Fides, la situazione è calma. I membri di Seleka minacciano di rovesciare il Presidente François Bozizé perché, a loro dire, non ha rispettato gli accordi del 2007 e del 2011, firmati dal suo governo con i gruppi che hanno aderito alla coalizione.
La stampa locale riferisce che il governo si trova di fronte a scelte difficili. Negoziare partendo da una posizione di debolezza, vista la rapida avanzata dei ribelli? Oppure scegliere la soluzione militare? Quest’ultima è resa difficile dalla partenza degli elementi ciadiani della Guardia Presidenziale, dal ritiro programmato della Micopax (la forza di pace dell’Africa centrale dispiegata in Centrafrica) e dal mutato atteggiamento del governo di Parigi, che non sembra disposto a intervenire in aiuto delle autorità di Bangui. La Francia ha una lunga tradizione di spedizioni militari in Centrafrica. L’ultima risale al 2006, quando le truppe di Parigi stanziate in Ciad intervennero per respingere un’offensiva ribelle simile a quella di questi giorni.
Il giornale “L’Hirondelle” si chiede se “i nuovi alleati del potere”, Cina e Sudafrica, saranno disponibili ad agire al posto della Francia. (L.M.) (Agenzia Fides 18/12/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network