ASIA/INDIA - L’Arcivescovo Barwa: “Boom di vocazioni nell’Anno della Fede: rinasce la speranza in Orissa”

giovedì, 29 novembre 2012

Bhubaneswar (Agenzia Fides) – “In Orissa è rinata la speranza. Lo vediamo dalle nuove vocazioni che sono una iniezione di speranza per la Chiesa locale. E dalla gente che vive l’Anno della Fede con entusiasmo, gioia, fiducia nel futuro”: è quanto dice all’Agenzia Fides Sua Ecc. Mons. John Barwa, missionario Verbita, Arcivescovo di Cuttack-Bhubaneswar. L’Arcivescovo è appena stato in visita pastorale nel distretto di Kandhamal dove, il 21 novembre, ha ordinato il primo sacerdote nella storia del distretto, p. Sangram Senapati, della “Congregazione della Missione” (noti come Lazzaristi o Vincenziani).
“E’ stata una celebrazione intensamente partecipata, con il clero, i religiosi, migliaia di fedeli laici che hanno testimoniato la gioia e la speranza”, nota Mons. Barwa a Fides. L’Arcivescovo spiega che “la gente continua a soffrire disagi, emarginazione, discriminazioni, indigenza, ma questa situazione non incide negativamente sulla fede”. Inoltre, pensando alle tristi vicende della violenza anticristiana del 2008, Mons. Barwa nota: “I fedeli hanno perdonato chi ha fatto loro del male. E il perdono ha reso liberi i loro cuori dall’odio, restituendo la speranza per il futuro”.
Nel distretto di Kandhamal l’Arcivescovo ha trovato “una situazione del tutto pacifica” e le autorità civili e i vertici della polizia locale hanno espresso soddisfazione perchè i problemi del passato sembrano superati. “Certo, il cammino della giustizia deva andare avanti”, puntualizza Mons. Barwa, ma l’atmosfera è serena. L’Anno della Fede, racconta, sarà segnato da altre sette ordinazioni sacerdotali: un altro prete Lazzarista verrà ordinato a gennaio 2013, mentre sei diocesani riceveranno l’ordinazione in Kandhamal dopo Pasqua. “Speriamo e preghiamo per il futuro della nostra comunità, segnata dalla sofferenza, che è orgogliosa di essere cristiana”, conclude.
Anche p. Faustine Lucas Lobo, Direttore Nazionale delle Pontificie Opere Missionarie in India, recatosi in vista in Kandhamal nelle scorse settimane, conferma a Fides che “i cattolici e le vocazioni alla vita sacerdotale e religiosa stanno crescendo, grazie al lavoro della Chiesa” e i fedeli locali sono “pieni di zelo missionario”. (PA) (Agenzia Fides 29/11/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network