AMERICA/BRASILE - Preoccupazione delle conseguenze sociali dei prossimi eventi internazionali: i Vescovi studiano la situazione

mercoledì, 28 novembre 2012

Brasilia (Agenzia Fides) – I membri del CONSEP (Consiglio per la Pastorale nella sua sigla in portoghese), che ha il compito di monitorare l'attuazione degli orientamenti generali circa l'azione evangelizzatrice della Chiesa in Brasile, hanno dedicato l'incontro di martedì 27 novembre alla situazione nazionale e mondiale. La Commissione Brasiliana di Giustizia e Pace (CBJP) e alcuni consulenti esperti di politica, hanno offerto i loro contributi per l'analisi dei principali eventi economici, politici e culturali del mondo e del paese. Tale analisi viene fatta sistematicamente in occasione delle riunioni delle Commissioni della CNBB e dell'assemblea generale dei Vescovi, ed è sempre disponibile sul sito della Conferenza Episcopale, anche se non è un documento ufficiale.
Tra gli eventi di rilievo, l’attenzione è stata posta sulla Coppa del Mondo di calcio e sulle Olimpiadi, con domande specifiche sulle opere, sui rischi che questi eventi possono avere sulla popolazione e sugli utili reali che lasceranno al paese. E’ stata analizzata la delicata situazione dello spostamento delle persone che occupano le aree ora usate per la costruzione di centri sportivi, mentre una grande preoccupazione viene dal rischio di un aumento del turismo sessuale durante questi eventi.I Vescovi hanno ricevuto ulteriori dettagli sull’ultima riunione della CNBB, cui ha partecipato il primo ministro del Segretariato generale della Presidenza della Repubblica, Gilberto Carvalho.
La nota inviata all’Agenzia Fides dalla CNBB sull’incontro del CONSEP conclude sottolineando l’importanza di "riconoscere esplicitamente l'esistenza e il ruolo delle organizzazioni religiose, e di altre organizzazioni legate alle Chiese, come protagonisti di partecipazione attiva alla società per il loro potere di organizzazione, mobilitazione e autonomia nei processi di sviluppo sociale e di democrazia nel paese". (CE) (Agenzia Fides, 28/11/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network