AMERICA/MESSICO - “Non ricorrete alla violenza” chiede Mons. Arizmendi Esquivel dopo l’assassinio del figlio di un dirigente rurale

lunedì, 26 novembre 2012

Chiapas (Agenzia Fides) – Un gruppo di criminali ha ucciso ieri, domenica 25 novembre, il figlio di un noto dirigente rurale della zona, nel comune di Venustiano Carranza, nel Chiapas, in Messico.
Alcuni uomini armati, con il volto coperto da passamontagna, hanno teso un agguato a Luis Angel Hidalgo, 33 anni: appena arrivato sul terreno agricolo alla periferia del capoluogo, otto proiettili lo hanno ucciso all'istante. Secondo la nota inviata all'Agenzia Fides dalla stampa locale, l'atto criminale è legato alla lotta interna al mondo rurale in questa regione degli altopiani centrali del Chiapas, che vede diversi gruppi di contadini contrapporsi all'organizzazione “Emiliano Zapata - Casa del Pueblo (OCEZ)”, riconosciuta dallo stato, che attualmente gestisce attività e mezzi del mondo rurale. Luis Angel Hidalgo era il figlio dell'ex leader dell’OCEZ, Angel Hidalgo Espinosa, recentemente espulso dall'organizzazione con altri 48 contadini in seguito all’aggressione ad alcuni rappresentanti dell’autorità comunale, avvenuta il 25 settembre.
Il Vescovo della diocesi San Cristóbal de Las Casas, Sua Ecc. Mons. Felipe Arizmendi Esquivel, subito dopo aver appreso del grave fatto di sangue, ha chiesto ai gruppi di contadini in conflitto, quasi tutti indigeni, di non ricorrere alle armi per minacciare o battere gli avversari, né di usare qualsiasi forma di aggressione. E’ importante che i leader sappiano denunciare e lottare per i loro diritti, ma è anche necessario saper ascoltare, per conoscere i diritti degli altri gruppi e organizzazioni. Mons. Arizmendi Esquivel ha riferito alla stampa che "alcuni vogliono approfittare del prossimo cambio di governo per guadagnare spazio", e ha invitato tutti ad un dialogo per la pace. “I casi di violenza - ha detto il Vescovo -, creano divisioni nelle diverse comunità, come a Venustiano Carranza”. (CE) (Agenzia Fides, 26/11/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network