http://www.fides.org

Africa

2012-11-24

AFRICA/BURKINA FASO - “C’è sempre l’obolo della vedova per dare speranza”: testimonianza del Vescovo di Tenkodogo

Tenkodogo (Agenzia Fides) – Sua Ecc. Mons. Prosper Kontiebo, camilliano Burkinabé, dall’11 febbraio 2012 è il Pastore della nuova Diocesi di Tenkodogo, a sud di Ouagadougou. Si tratta del quarto Vescovo nella storia dei 400 anni dell’Ordine fondato da San Camillo, che arrivò qui il 12 ottobre 1966 con tre suoi giovani religiosi. Riportiamo di seguito una testimonianza del Vescovo, inviata all’Agenzia Fides dal Camilliano padre Felice Ruffini.
“Eravamo nella settimana della 32ma domenica di questo anno 2012, e mi risuonava ancora il Vangelo che avevo commentato: Gesù che, seduto di fronte al tesoro, osservava come la folla vi gettasse monete. Tanti ricchi ne gettavano molte. Ma, venuta una vedova povera, vi gettò due monetine, che fanno un soldo (cf. Mc 12, 41-44). Bèh... che volete che vi dica? - scrive mons. Kontiebo - Gesù aveva ragione ancora una volta.... come sempre del resto!”.
Dopo questa riflessione il Vescovo aggiunge la sua testimonianza di vita. “Dopo la nomina a Vescovo sono andato a far visita alla mia anziana nonna, che vive in un villaggio della calda Africa. Le ho fatto un dettagliato resoconto delle lunghe e solenni celebrazioni che mi hanno consacrato Pastore di una comunità cristiana a sud del Paese, con i relativi festeggiamenti che per giorni hanno coinvolto migliaia di persone. Nel corso della lunga chiacchierata, avendo inteso che presto mi sarei recato a Roma per incontrare il Papa in San Pietro, si è alzata e da uno scrigno ha tirato fuori 250 franchi CFA, pari a circa 0,38 euro, che assicurano un pasto non di lusso ma soddisfacente, e mettendoli tra le mie mani ha detto: ‘Questi non sono per te.... ma quando sarai in S. Pietro mettili nella cassetta che sta ai suoi piedi.... sono per il Papa’.” “E’ una storia di una Chiesa dei nostri giorni, di questi tempi, tormentati sì, ma sempre illuminati da una grande luce di speranza” conclude p. Ruffini. (FR/AP) (24/11/2012Agenzia Fides)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network