ASIA/CINA - Una fede vissuta è il modo migliore per diffonderla: il decanato di Cang Nan della diocesi di Wen Zhou apre l’Anno della Fede

giovedì, 22 novembre 2012

Wen Zhou (Agenzia Fides) – Una fede vissuta è il modo migliore per diffonderla: con questa convinzione i partecipanti all’Assemblea annuale del Consiglio degli Affari Ecclesiali del decanato di Cang Nan della diocesi di Wen Zhou, nella provincia dello Zhe Jiang, hanno inaugurato l’Anno della Fede, il 10 novembre. Secondo le informazioni raccolte dall’Agenzia Fides, 400 sacerdoti, religiose e fedeli laici provenuti dalle 13 parrocchie che compongono il decanato, hanno preso parte all’Assemblea, durante la quale hanno riflettuto insieme sui punti principali della Lettera apostolica “Porta fidei”, su come rispondere all’appello del Papa per l’Anno della Fede, e su come riscoprire la fede rinnovandola, per testimoniarla. Sono stati anche presentati i programmi concreti per l’Anno della Fede, confermando che “solo quando avremo ‘gustato’ ed assaporato la fede, saremo capaci di condividere e portare i frutti della fede agli altri”.
Durante l’Assemblea è stato anche presentato il resoconto del lavoro pastorale, da cui emergono i notevoli risultati raggiunti nell’evangelizzazione. Secondo quanto ha comunicato il responsabile del Gruppo Liturgico, nell’ultimo anno nel Decanato di Cang Nan ci sono stati 1.300 battesimi, 698 cresime, 500 prime comunioni di bambini, 56mila confessioni, 500mila comunioni, 220 matrimoni, 3.440 sacramenti degli infermi, 360 funerali. Il Gruppo di Formazione della Fede ha fatto notare che oggi il Decanato è composto da 71 comunità ecclesiali di base, e l’anno scorso hanno partecipato al corso di formazione 4.300 persone. (NZ) (Agenzia Fides 2012/11/22)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network