ASIA/FILIPPINE - “No” alla festa di Halloween nelle scuole cattoliche

sabato, 27 ottobre 2012

Manila (Agenzia Fides) – Nessuna festa d Halloween nella scuole cattoliche: l’invito a lasciare “l’osanna al diavolo e alle pratiche esoteriche” e a celebrare, invece, la Festa di Tutti i Santi giunge dalla "Associazione per l’Educazione cattolica delle Filippine", che raggruppa tutti gli istituti educativi cattolici del paese. In una nota diramata a tutti gli istituti e inviata all’Agenzia Fides, p. Greg Bañaga, presidente dell’Associazione, rimarca che tutte le istituzioni cattoliche “hanno il dovere di difendere la dignità delle persone decedute”, e non devono “celebrare la festa di Ognissanti e il Giorno dei Defunti con costumi o riti spaventosi”. Secondo la dottrina cattolica, ricorda il presidente, la Festa di tutti i Santi (il 1° novembre) è un’opportunità data a ciascun fedele per approfondire la propria “vocazione alla santità”, mentre il 2 novembre è “l'occasione per pregare e ricordare nel raccoglimento tutti i fedeli defunti”.
La Chiesa filippina, in tutte le sue componenti, ha manifestato forti riserve e perplessità per la diffusione della festa e dei riti di Halloween. Diversi Vescovi e sacerdoti sono particolarmente preoccupati per i giovani e per i bambini, che possono esse contagiati da “controvalori” insiti nelle pratiche di Halloween, che tendono a valorizzare il male, i fantasmi, le streghe, la magia. Da qui l’appello a impedirne la diffusione nelle scuole cattoliche.
Nelle Filippine la festa Halloween è arrivata per motivi perlopiù commerciali, grazie ai mass media occidentali e data la dipendenza culturale dagli Stati Uniti d’America. Nel vasto arcipelago filippino, ha acquistato popolarità soprattutto in alcune aree di Manila e delle grandi città. (PA) (Agenzia Fides 27/10/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network