ASIA/PAKISTAN - Chiesa cristiana devastata a Karachi, la seconda in dieci giorni

lunedì, 22 ottobre 2012

Karachi (Agenzia Fides) – Sdegno e condanna dei leader cristiani e delle autorità civili all’indomani del secondo attacco a una chiesa di Karachi in dieci giorni: una chiesa della denominazione “Pentecostal Church of Pakistan” è stata attaccata e devastata da vandali, che hanno fatto irruzione nell’edificio di notte, forzando la porta. Nell’episodio, che risale alla notte fra il 18 e il 19 ottobre, gli aggressori hanno distrutto gli arredi, gettato a terra le Bibbie e i libri liturgici e rubato le offerte. La comunità di Karachi era già stata scossa dopo l’attacco alla chiesa cattolica di San Francesco (vedi Fides 17/10/2012). Secondo fonti locali di Fides, dall’inizio dell’anno almeno sei chiese di Karachi, appartenenti a comunità di diverse denominazioni, sono state attaccate, saccheggiate o date alle fiamme. In un comunicato giunto a Fides, Paul Bhatti, Consigliere Speciale del Primo Ministro per l’Armonia Nazionale, condanna l'episodio assicurando che “si prenderanno tutte le misure possibili per evitare il ripetersi di tali attacchi”. “Ci rendiamo conto che tali atti sono frutto di una mentalità che intende creare una spaccatura tra musulmani e cristiani in Pakistan, ma faremo del nostro meglio per contrastare i disegni nefasti di tale mentalità”, dichiara Bhatti, invitando la collettività a combattere unita “la crescente minaccia dell'estremismo nel paese”.
La Chiesa attaccata si trova nel noto quartiere di Essa Nagri, una delle aree cristiane più densamente popolate, negli ultimi mesi al centro di numerosi raid di radicali islamici, che terrorizzano i cristiani residenti. Nei mesi scorsi a Essa Nagri era già stata presa di mira una chiesa dei cristiani Avventisti del Settimo giorno. (PA) (Agenzia Fides 22/10/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network