ASIA/LIBANO - Il Patriarca maronita Bechara Boutros Rai condanna la strage di Beirut: “un criminale attentato contro la pace e gli effetti gioiosi della visita del Papa”

sabato, 20 ottobre 2012

Roma (Agenzia Fides) – Il Patriarca di Antiochia dei Maroniti Bechara Boutros Rai “condanna con forza l'esplosione orribile avvenuta ieri a Beirut”, che ha avuto per vittima il generale Wissam el- Hassan, direttore dei servizi segreti per la Sicurezza interna del Libano e ha provocato altri sette morti e un centinaio di feriti.
Secondo il capo della Chiesa maronita – contattato dall'Agenzia Fides a Roma, dove si trova per partecipare all'assemblea del Sinodo dei Vescovi - “questo brutale attentato, diretto contro un alto responsabile della sicurezza interna, dimostra quanto le mani del Male siano criminose e che gli attentatori non temono né Dio né il giudizio della Storia. Il Libano - prosegue il Patriarca Rai - viveva ancora della visita di Benedetto XVI, durante la quale il Papa ha firmato l'Esortazione apostolica 'Ecclesia in Medio Oriente, Comunione e Testimonianza', e ha proclamato la pace di Cristo dal territorio libanese. Quello di ieri è un criminale attentato contro la pace e gli effetti gioiosi della visita del Papa”.
Davanti ai disegni di morte che di nuovo attentano alla pacifica convivenza del Libano, il Patriarca Rai invita tutti i suoi connazionali a unirsi e a lavorare insieme per un futuro di pace: “Ci addolora e ci fa male - dichiara sua Beatitudine a Fides - la perdita di vite umane con i danni materiali. Ma la nostra fede e la nostra speranza, e quelle di tutti i libanesi, non crollano. Cristo Risorto ha vinto il Male e il peccato. Lo imploriamo per i defunti, i feriti e per le famiglie colpite. Lui solo è il grande e vero Consolatore. Noi, insieme a tutte le persone di buona volontà, non cesseremo di proclamare il Vangelo della Pace e della Speranza. e opereremo con tutte le nostre forze per la stabilità del nostro Paese. Il Libano, ferito nella sua dignità, quella dignità che si era mostrata al mondo durante la visita del Papa, rimane la terra dei Santi e l'Oasi di pace e di speranza".
Questa mattina il Patriarca Rai ha ricevuto il telegramma di Benedetto XVI con il quale Sua Santità, attraverso il Segretario di Stato, Cardinale Tarcisio Bertone, esprime la sua vicinanza alle famiglie colpite dal lutto e a tutti i libanesi, condannando “la violenza che genera tanta sofferenza” e domandando a Dio di fare al Libano e a tutta la regione “il dono della pace e della riconciliazione”. (GV) (Agenzia Fides 20/10/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network