AFRICA/KENYA - “Scegliete leader onesti, indipendentemente dalla loro religione” esorta il Vicario di Mombasa

venerdì, 19 ottobre 2012

Nairobi (Agenzia Fides) - “Che cosa viene prima: l'integrità dei leader o la loro appartenenza religiosa? Desideri essere governato da un leader disonesto appartenente alla tua affiliazione religiosa o da un leader onesto, indipendentemente dalla sua identità religiosa ?” chiede p. Wilybard Lagho, Vicario di Mombasa e Presidente del Coast Interfaith Council of Clerics (CCC), in una riflessione sulle prossime elezioni presidenziali che si terranno in Kenya l’anno prossimo.
“Le elezioni saranno l’occasione per gli elettori di scegliere leader onesti a prescindere dal loro censo, appartenenza etnica o religiosa. La scelta dei responsabili politici sarà un test dell'integrità degli elettori”afferma il documento inviato all’Agenzia Fides. In riferimento ai recenti scontri interreligiosi avvenuti a Mombasa, p. Lagho, richiamandosi tanto al Corano che alla Bibbia, invita musulmani e cristiani alla pacifica convivenza e al buon vicinato.
“Nella regione costiera, e in particolare a Mombasa, dove musulmani e cristiani vivono negli stessi quartieri, cerchiamo di vivere insieme in pace. Uno dei miei ‘Hadith’ preferiti (Detti del Profeta) riguarda il buon vicinato: descrive Jibrael (Gabriel) che raccomanda di trattare i vicini gentilmente ed educatamente, fino al punto che ho pensato che mi avrebbe ordinato di farne i miei eredi (Sahih Bukhari All-Il libro di Ahkam)”.
Citando la parabola del Buon Samaritano del Vangelo, p. Lagho ricorda: “ai cristiani viene insegnato che i loro vicini sono i più bisognosi, in altre parole, i più vulnerabili, indipendentemente dalla loro appartenenza sociale, etnica e religiosa (vedi Luca 20, 25-37)”.
“Lasciate che i leader religiosi si uniscano nell’incoraggiare gli elettori a scegliere leader onesti che liberino il nostro popolo dalla attuale leadership corrotta che ha, purtroppo, determinato l'impunità cronica nella nostra nazione. Per una volta, lasciate che i credenti vadano oltre l’appartenenza sociale, etnica e religiosa nella scelta dei leader politici” conclude p. Lagho. (L.M.) (Agenzia Fides 19/20/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network