ASIA/LIBANO - Catechisti e missionari “inviati speciali” nell’Anno della Fede

sabato, 13 ottobre 2012

Bkerke (Agenzia Fides) – Saranno gli “inviati speciali nell’Anno della Fede” per “irradiare lo spirito missionario e lo slancio di solidarietà universale”: gli oltre 700 fra sacerdoti, suore, laici, formatori, animatori, catechisti hanno ricevuto un solenne “mandato missionario” da Sua Beatitudine Mar Bechara Boutros Rai, Patriarca maronita di Antiochia e di tutto l'Oriente e Presidente dell'Assemblea dei Patriarchi e dei Vescovi Cattolici in Libano. Lo riferisce all’Agenzia Fides p. Paul Karam, Direttore nazionale delle Pontificie Opere Missionarie (POM)in Libano rimarcando che la solenne celebrazione, svoltasi ne giorni scorsi a Bkerke, sede del Patriarcato maronita, intendeva “aprire il mese missionario e presentare a tutta la comunità la Lettera Apostolica ‘Porta Fidei’, in cui il Papa spiega i contenuti e lo spirito dell’Anno della Fede”.
Nella celebrazione, nota “si è compreso il profondo legame fra l’Anno delle fede e la dimensione missionaria a cui sono chiamati tutti i fedeli in Medio Oriente”.
Anche il Nunzio Apostolico in Libano, l’Arcivescovo Caccia, presente all’Eucarestia, ha voluto sottolineare “il ruolo missionario dei catechisti, come ribadito nell’Esortazione apostolica Ecclesia in Medio Oriente” consegnata dal Papa nel suo recente viaggi in Libano.
“La Chiesa in Libano – conclude il Direttore delle POM – intende motivare i suoi animatori, catechisti, religiosi e missionari, perché possano rinnovare lo slancio dell’evangelizzazione nell’Anno della fede”. (PA) (Agenzia Fides 13/10/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network