ASIA/TAIWAN - Per l’Anno della Fede anche un concorso per l’inno che utilizzi “le risorse culturali delle popolazioni indigene”

venerdì, 21 settembre 2012

Tai Pei (Agenzia Fides) – L’organizzazione di quattro Seminari di studio, la pubblicazione di dépliants, un concorso per l’Inno dell’Anno della Fede composto dalle popolazioni indigene dell’isola: sono alcune iniziative della Chiesa di Taiwan lanciate in vista dell’Anno della Fede che si aprirà l’11 ottobre 2012. I Vescovi di Taiwan hanno voluto sottolineare inoltre che il cammino verso l’Anno della Fede si pone sulla scia del 50° Congresso Eucaristico Internazionale, ed è quindi connotato da una intensa devozione eucaristica.
Secondo le informazioni raccolte dall’Agenzia Fides, la Conferenza Episcopale Regionale di Taiwan ha affidato alla Commissione Episcopale per la Liturgia l’organizzazione di quattro Seminari di “condivisione del Messaggio dell’Anno della Fede” che avranno i seguenti temi: “Il Motu Proprio di Papa Benedetto XVI La porta della fede” (si terrà il 26 settembre, con don Chen Ke, Segretario della Conferenza Episcopale Regionale); “Cristo ci riunisce per ascoltarlo e nutrirci della Parola di Dio, perché diventiamo una comunità di ringraziamento” (il 23 ottobre); “Cristo ci riunisce per nutrirci con il Pane della vita e ci consolida perché assumiamo la nostra missione” (il 28 novembre); “L’adorazione e la sua preparazione” (il 26 dicembre). La Commissione ha pubblicato anche un dépliants per le parrocchie, con la liturgia di apertura dell’Anno della Fede.
Essendo numerose le popolazioni indigene sull’isola, per incoraggiare la loro partecipazione all’Anno della Fede, la Chiesa di Taiwan, attraverso la Commissione per la Liturgia, ha anche lanciato un concorso per l’Inno dell’Anno della Fede che trovi posto tra i canti indigeni. Dal 6 ottobre al 3 novembre si terranno nelle diocesi di Tai Pei, Tai Chung, Kao Hsiung e Hua Lien quattro concorsi per scegliere il migliore inno “utilizzando le risorse culturali del popolo indigeno, per comporre un inno di gloria a Dio dell’Isola” secondo il comunicato della Commissione. (NZ) (Agenzia Fides 2012/09/21)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network