http://www.fides.org

Africa

2012-08-30

AFRICA/ANGOLA - Elezioni generali: “No all’astensione” dicono i Vescovi; la Chiesa partecipa con i propri osservatori

Luanda (Agenzia Fides) - Ci saranno anche osservatori della Chiesa cattolica a garantire il corretto svolgimento delle elezioni generali del 31 agosto in Angola. Il team di osservatori è coordinato da P. Belmiro Tchissengueti, Segretario esecutivo della Commissione “Giustizia e Pace”. Le elezioni legislative sono indirettamente anche presidenziali, perché secondo la nuova Costituzione il capo del partito vincitore alle elezioni parlamentari diventa Presidente della Repubblica.
In un messaggio, giunto all’Agenzia Fides, i Vescovi angolani invitano la popolazione a recarsi a votare. “L'elezione dei governanti effettuata liberamente dai cittadini è il vero pilastro della democrazia. Invece ogni governo che si insedia con la forza o per successione ereditaria solo con ironia potrebbe essere chiamato democratico” afferma il messaggio. “Pertanto, in una democrazia, il titolare reale del potere è il popolo che, attraverso le elezioni, delega il potere ai funzionari eletti.
Ne consegue - proseguono i Vescovi - che le elezioni sono un diritto del popolo, un diritto che non può essere usurpato in nessun caso. Un diritto civico che è pure un dovere, se la mancanza del suo esercizio porta all’elezione di un candidato inetto. In questo caso, l'astensione è una vera e propria colpa non solo civile, ma anche anti-patriottica. Pertanto nessun cittadino può restare indifferente alle elezioni”.
I Vescovi indicano alcuni criteri generali per orientare gli elettori nella scelta dei partiti e dei candidati da votare, in particolare considerando il loro programma. Tra i temi più importanti sono indicati: povertà, aumento del divario tra ricchi e poveri, disuguaglianza nelle opportunità, disparità regionali, difesa della vita fin dal concepimento, protezione della famiglia, recupero dei valori etici e spirituali. Da valutare inoltre la competenza dei candidati a metterlo in pratica. (L.M.) (Agenzia Fides 30/8/2012)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network