http://www.fides.org

Africa

2003-05-23

AFRICA/COSTA D’AVORIO - “PICCOLI PASSI VERSO LA PACE. UNA SOLUZIONE REGIONALE PER LE BANDE ARMATE CHE AGISCONO AL CONFINE TRA LIBERIA E COSTA D’AVORIO”. BURKINA FASO E COSTA D’AVORIO IMPEGNATE PER RIPENDERE COMUNICAZIONI

Abidjan (Agenzia Fides)- “La politica dei piccoli passi sta portando dei risultati” dice all’Agenzia Fides P. Lionello Melchiorri (SMA), commentando la notizia della riunione del Consiglio di governo tenutosi ieri, 22 maggio, a Bouaké, la principale città tenuta dai ribelli del Movimento Patriottico della Costa d’Avorio (MPCI). “Questo incontro è importante di per sé perché si vuole mandare un segnale alla nazione di volere preservare l’unità del paese di volere proseguire sulla strada della pace”. Le precedenti riunioni del Consiglio di governo era state tenute in città sotto controllo governativo, quali Abidjan e Yamoussoukro.
Il Consiglio del governo di unità nazionale, era presieduto dal primo ministro Diarra e ha deciso di concedere un’amnistia entro una decina di giorni. Rimane però ancora il problema del disarmo delle varie milizie che si sono formate da quando è scoppiata la guerra civile nel settembre dell’anno scorso. I ribelli vogliono che anche l’esercito deponga le armi; il governo si oppone con la motivazione che il paese non può rimanere senza forze armate.
“Se sul piano politico il dialogo avanza, pur tra mille difficoltà, nell’ovest la situazione è ancora molto preoccupante per la presenza di mercenari liberiani, assoldati da entrambe le parti, e ora sfuggiti al controllo di chi li aveva ingaggiati” dice P. Lionello. “Sono soprattutto loro i responsabili della situazione di insicurezza nella quale è sprofondata la parte occidentale della Costa d’Avorio. La presenza di questi gruppi armati che si spostano da un paese all’altro, è un problema che può essere affrontato solo a livello regionale, coinvolgendo, oltre la Costa d’Avorio, Liberia, Sierra Leone, Guinea e Burkina Faso” conclude P. Lionello.
Un segnale positivo sul piano regionale, è l’annuncio di un prossimo incontro dei responsabili militari di Costa d’Avorio e Burkina Faso, per discutere la riapertura della vie di comunicazione tra i due paese. Il blocco dei collegamenti tra i due paesi ha infatti danneggiato l’economia di entrambi. (L.M.) (Agenzia Fides 23/5/2003 righe 28 parole 341)

Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network