AMERICA/PARAGUAY - Destituito il presidente Lugo, appello dei Vescovi per la pace

sabato, 23 giugno 2012

Asunción (Agenzia Fides) – “Considerata la grave crisi politica che vive la Repubblica, come Vescovi del Paraguay ci rivolgiamo ai rappresentanti del governo e a tutti i cittadini per esprimere ancora una volta la nostra esortazione alla pace e alla salvaguardia della vita umana come valore supremo”. Con queste parole, diffuse in un comunicato inviato all’Agenzia Fides, i Vescovi del Paraguay invitano a mantenere la pace sociale e l’ordine nel paese.
La decisione del Congresso di avviare l'impeachment per il Presidente della Repubblica, Fernando Lugo, ha provocato, infatti, una situazione di tensione fra la popolazione nella capitale.
“Chiediamo a leader politici, organizzazioni sociali, sindacati e alla popolazione di mantenere calma e serenità ed evitare qualsiasi scontro e violenza, che mettano in pericolo l'integrità e la vita delle persone”, recita il testo. I Vescovi hanno deciso di lanciare questo appello perché molti contadini sono scesi in piazza e parte della popolazione parla già di “colpo di stato”.
Il Senato, ieri 22 giugno ha espresso voto favorevole per la destituzione del presidente motivando il provvedimento con la cattiva gestione dei recenti scontri fra la polizia e i contadini nella zona di Curuguatay dove, per una questione di possesso di terre, 17 persone sono morte (vedi Fides 18/06/2012). Federico Franco, il vicepresidente, è stato incaricato come nuovo presidente del Paraguay. (CE) (Agenzia Fides, 23/06/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network