EUROPA/SPAGNA - La crisi economica e politica è determinata dalla mancata evangelizzazione di questi campi

mercoledì, 25 aprile 2012

Santander (Agenzia Fides) – Molti governi nel mondo hanno eliminato l'aiuto ai poveri in questo tempo di crisi economica, quando dovrebbe essere "l'unica cosa da non toccare": la denuncia è stata fatta dal Presidente di Caritas Internationalis, il Cardinale Oscar Andres Rodriguez Maradiaga, Arcivescovo di Tegucigalpa (Honduras), nel suo intervento alla 41.ma Settimana sociale della Chiesa, svoltasi a Santander (Spagna) dal 19 al 21 aprile, incentrata sulla nuova evangelizzazione.
Secondo la nota pervenuta all’Agenzia Fides, il Cardinale Rodriguez Maradiaga ha affermato che, contrariamente a quanti ritengono che "si sia persa la forza del Vangelo" perché la Chiesa "è troppo impegnata nel sociale", egli crede proprio il contrario, cioè che "non abbiamo fatto abbastanza". Il Presidente di Caritas Internationalis ha portato questo esempio: "la mancanza dell'etica nelle finanze o nella politica porta alla corruzione a tutti i livelli", ciò significa che "proprio lì non è ancora arrivato il Vangelo". Per questo, ha sottolineato, se oggi troviamo la crisi "molto forte" nell'economia o nella politica, vuol dire che "non ci siamo preoccupati abbastanza per l'evangelizzazione della politica e dei politici, dell'economia e degli economisti". "Questa, penso, è proprio una bella sfida per la nuova evangelizzazione in questi campi" ha aggiunto. Il Cardinale ha concluso incoraggiando l’azione esemplare di Caritas Spagna, che malgrado la crisi, ha aumentato il suo contributo anche quest’anno. (CE) (Agenzia Fides, 25/04/2012)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network